ETF Momentum – Cosa sono, quali sono i migliori su Borsa Italiana e opinioni

etf momentum
Lista, dati, analisi, grafici, prezzo e confronto dei migliori ETF Momentum

Stai cercando di capire cosa sono gli ETF Momentum e quali sono i migliori su Borsa Italiana e non solo? Allora sei nel sito giusto, perché in questo articolo ti presenteremo cinque ETF Momentum Strategy, alcuni di essi sull’indice MSCI World, altri su MSCI USA e MSCI Europe, così potrai scegliere quello che più si addice alla tua strategia in termini di diversificazione geografica.

Per ognuno di questi ETF ti mostreremo grafico e prezzo in tempo reale, riporteremo l’ISIN e il ticker così potrai trovarlo in tutta velocità sul tuo broker preferito, poi esamineremo i dati più importanti per capire se può essere considerato un buon investimento oppure no.

Per concludere metteremo a confronto tutti gli ETF di cui parleremo, in modo da tale da far risaltare quale di essi è quello più capitalizzato o più conveniente e per capire in che modo si differenziano uno dall’altro, infine vedremo in quali piattaforme possono essere acquistati in tutta semplicità. Pronto? Partiamo!

Broker ETF consigliati

✔️ 200 ETF senza fees*

✔️ ETF italiani e mondiali

✔️ +1500 ETF mondiali

✔️ Ampia selezione di ETF

✔️ Sostituto d'imposta

✔️ Nuove azioni prezzo IPO

✔️ No costi di tenuta conto

✔️ PAC automatici

✔️ Conto deposito al 3%

Investire comporta rischi di perdite

*Si applicano condizioni

Investire comporta rischi di perdite

Il 70,82% dei conti CFD perde denaro

Investire comporta rischi di perdite

L'acquisto di nuove azioni al prezzo IPO ha restrizioni

Cosa sono gli ETF Momentum

Prima di iniziare cerchiamo di capire cos’è un ETF Momentum: sono dei fondi quotati in borsa che replicano l’andamento di un indice sottostante sovrappesando però quei titoli azionari che in quel momento stanno performando particolarmente bene, questo perché è nella natura umana pensare che se la quotazione di un titolo sale, allora continuerà a salire, viceversa se scende.

Ciò si ripercuote, solitamente, anche sui mercati finanziari, con tutte le eccezioni del caso, ed è su questo concetto che si basano gli ETF Momentum, i quali fanno parte di una più grande famiglia di ETF, i cosiddetti Smart Beta, che includono diversi fattori come: valore, qualità, bassa capitalizzazione, bassa volatilità e infine momentum.

Il vantaggio nell’investire in questa tipologia di strumenti risiede nel fatto che essi sono molto simili ai fondi attivi, che cercano di sovraperformare il mercato proprio come gli ETF Momentum, ma al contempo mantengono tutte quelle qualità tipiche degli ETF, ovvero economicità e trasparenza, inoltre questo tipo di ETF non investe attivamente in asset sconosciuti all’investitore, ma segue comunque l’indice di riferimento, ottimizzandolo in base al momento per cavalcare i rialzi di titoli particolarmente performanti.

I migliori ETF Momentum

Durante la nostra ricerca abbiamo individuato diversi ETF che propongono questa strategia di investimento, ma per creare la nostra lista dei migliori ETF Momentum abbiamo filtrato quelli con capitale in gestione basso, includendo nella selezione soltanto i più grandi in termini di AUM, nello specifico ecco quali sono:

  • iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc)
  • Xtrackers MSCI World Momentum Factor UCITS ETF 1C
  • iShares Edge MSCI USA Momentum Factor UCITS ETF
  • iShares Edge MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF
  • Amundi MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF – EUR (C)

Come avrai potuto notare abbiamo deciso di includere ETF Momentum sull’azionario globale, su quello americano ed europeo, scegliendo tre gestori di fondi tra i più famosi al mondo come iShares, Xtrackers e Amundi. Di seguito analizzeremo ognuno di questi fondi in maniera approfondita.


GIF BANNER ITALY 728x90

Ann. / capitale a rischio


iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc)

ISIN: IE00BP3QZ825 / Ticker: IWMO

Il primo ETF di cui vogliamo parlare è iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc), un ETF Momentum su MSCI World che cerca di replicare in maniera fisica l’andamento delle aziende più capitalizzate dei 23 Paesi più sviluppati, includendo al suo interno un sottogruppo di titoli che hanno evidenziato un rialzo dei prezzi.

Il fondo, nato nel 2014, domiciliato in Irlanda e quotato in dollari, è il più grande della categoria e ha in gestione un capitale di circa 3 miliardi di dollari. Per averlo bisogna pagare un costo annuo TER pari allo 0,30%, l’ETF non prevede la distribuzione dei dividendi ma la loro accumulazione all’interno del fondo.

Tra le aziende che compongono questo ETF troviamo nelle prime posizioni Apple, Nvidia, Tesla, Microsoft e Alphabet (Google), a livello geografico, invece, il fondo è esposto per la maggioranza sugli Stati Uniti, seguiti da Giappone, Canada e altri Paesi di Europa e altri continenti. Per quanto riguarda i settori l’ETF è bilanciato soprattutto sul finanziario, consumi discrezionali, salute, industriali e comunicazione.

Xtrackers MSCI World Momentum Factor UCITS ETF 1C

ISIN: IE00BL25JP72 / Ticker: XDEM

Anche Xtrackers MSCI World Momentum Factor UCITS ETF 1C è un ETF World Momentum che replica in maniera fisica l’indice MSCI sui Paesi sviluppati includendo però soltanto quei titoli che hanno avuto un importante aumento dei prezzi negli ultimi mesi, così da sfruttare per l’appunto il fattore “momentum”.

È il secondo ETF strategia Momentum più grande, con circa 800 milioni di AUM (capitale in gestione), quindi più piccolo del precedente iShares ma più economico grazie a un TER dello 0,25% all’anno. Anche il fondo di Xtrackers è quotato in dollari ed è nato nel 2014 con domicilio in Irlanda e come il precedente anch’esso prevede l’accumulazione dei dividendi all’interno del fondo.

Le prime società presenti all’interno dell’ETF Momentum di Xtrackers per peso sono Tesla, Apple, Alphabet, ASML Holding e JP Morgan Chase, a in termini geografici l’esposizione è maggiore su Stati Uniti, Paesi Bassi, Francia, Canada e Giappone, mentre per quanto riguarda i settori si ha maggior peso su finanza, tecnologia, beni voluttuari, comunicazioni e materiali.

iShares Edge MSCI USA Momentum Factor UCITS ETF

ISIN: IE00BD1F4N50 / Ticker: QDVA – MTUM

iShares Edge MSCI USA Momentum Factor UCITS ETF è un ETF Momentum su MSCI USA, un indice che replica l’andamento delle aziende americane più capitalizzate, ma il gestore in questo caso applica un criterio momentum così da includere nel proprio ETF un sottogruppo di titoli azionari che hanno performato particolarmente bene negli ultimi mesi. La replica è fisica.

L’Asset Under Management di questo ETF è di circa 650 milioni di dollari, mentre il costo di gestione TER è dello 0,20% annuo. La data della sua quotazione (in dollari) risale al 2016, la domiciliazione è in Irlanda e adotta una politica di accumulazione dei dividendi.

I primi componenti dell’ETF, che ovviamente è esposto a livello geografico soltanto sugli Stati Uniti d’America, sono Tesla, Nvidia, Microsoft, JP Morgan Chase e Bank Of America. Per quanto riguarda i settori, maggior peso è dato ai finanziari e a seguire salute, consumi discrezionali, comunicazione, industriali ed energia.

iShares Edge MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF

ISIN: IE00BQN1K786 / Ticker: IEMO

Andiamo avanti presentando il primo ETF Europa Momentum, ovvero iShares Edge MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF, fondo che mira a replicare l’andamento dell’indice MSCI Europe seguendo un fattore momentum e includendo così al suo interno solo quei titoli che hanno avuto dei rialzi importanti nell’ultimo periodo, il tutto tramite replica fisica.

L’ETF, quotato in euro nel 2015 e con domicilio in Irlanda, ha in gestione un capitale di 540 miliondi di euro circa e per avere un’esposizione su di esso occorre affrontare un costo TER dello 0,25% all’anno. L’ETF Momentum di iShares sull’Europa prevede l’accumulazione dei dividendi all’interno del fondo stesso.

I primi titoli in ordine di peso che vengono inclusi nell’ETF sono LVMH, Novo Nordisk, ASML Holding, Diageo e L’Oréal, a livello geografico i primi stati inclusi al suo interno sono Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Svizzera e Svezia (in piccola percentuale si trova anche l’Italia). I settori più presenti sono finanziario, industriale, consumi discrezionali, salute e IT.

Amundi MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF – EUR (C)

ISIN: LU1681041460 / Ticker: MCEU

L’ultimo ETF Momentum su MSCI Europe è Amundi MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF – EUR (C), l’unico fondo della categoria a replica sintetica e forse per questo il meno grande in termini di capitale in gestione. L’ETF replica MSCI Europe con l’aggiunta di un fattore momentum il quale determina l’inclusione di un sottogruppo di azioni che stanno performando particolarmente bene negli ultimi mesi.

Tra tutti i fondi presentati questo è il meno datato, infatti è stato lanciato soltanto nel 2018. La sua valuta di base è l’euro e il domicilio si trova in Lussemburgo, l’AUM è di circa 450 milioni di euro, il costo annuale è dello 0,23% ed è prevista l’accumulazione dei dividendi e non la loro distribuzione.

Tra i migliori cinque componenti all’interno dell’ETF Momentum di Amundi troviamo al suo interno ASML Holding, LVMH, Siemens, Daimler, Richemont e BNP Paribas, geograficamente è esposto maggiormente su Francia, Germania, Regno Unito, Olanda e Svizzera e i settori con più peso sono industriale, finanziario, beni ciclici, nuove tecnologie e materiali.


GIF BANNER ITALY 728x90

Ann. / capitale a rischio


Gli ETF momentum a confronto

migliori etf momentum
Confronto dei migliori ETF momentum

Tra tutti quelli presentati, quindi, qual è il miglior ETF Momentum? Questa domanda in realtà può ricevere varie risposte, perché non esiste un ETF migliore per tutti, infatti ogni investitore ha le sue preferenze e obiettivi di investimento, ma in linea generale possiamo facilmente individuare quelli più apprezzati dalla massa dando uno sguardo all’AUM (Asset Under Management), che indica quanto capitale in gestione ha un determinato fondo, non prima però di aver filtrato gli ETF in base agli indici su cui si è interessati ad investire (in questo caso MSCI World, Europe o USA).

Partendo dall’AUM, quindi, possiamo farci un’idea di quelli che sono gli ETF più importanti della categoria e da qui continuare a porre dei filtri per trovare quello più economico, guardando il TER (Total Expense Ratio) cioè il costo di gestione annuale che bisogna pagare al gestore, che più è basso meglio è, in quanto in caso contrario influirebbe sulle eventuali performance del portafoglio.

Andrebbe in seguito valutato il tipo di replica adottata dall’ETF, se fisica o sintetica, la prima solitamente è da preferire e sta a significare che il fondo acquista effettivamente i titoli che dichiara di detenere, mentre la seconda è consigliata solo se si intende risparmiare qualcosa (di solito gli ETF sintetici sono più convenienti perché comportano meno lavoro per il gestore), tuttavia è bene sapere che l’emittente con la replica sintetica non acquisterà fisicamente il sottostante ma dei derivati.

Continuando, la scelta va ponderata in base ad una moltitudine di altri criteri, come la longevità dell’ETF e quindi verificando che sia attivo da almeno 3-5 anni, in questo modo si avrà la possibilità anche di valutare il suo andamento storico e vedere se negli anni è riuscito a performare secondo le proprie aspettative.

Poi è da prendere in considerazione la valuta dell’ETF, solitamente in dollari o euro e la scelta in questo caso è soggettiva perché c’è chi non vuole esporsi al rischio cambio e quindi preferisce investire in euro e invece chi preferisce esporsi al dollaro per diversificare la sua liquidità.

Infine è da valutare se si preferisce acquistare un ETF a distribuzione o ad accumulazione e quindi che distribuisca i dividendi secondo le date indicate dal gestore oppure no, anche qui la scelta è personale e solitamente si scelgono quelli ad accumulo se il proprio obiettivo è far accrescere il proprio capitale, viceversa a distribuzione se si vuole ottenere un cashflow dal proprio investimento e quindi far rendere i propri soldi.

Alcuni dei criteri più importanti per scegliere il miglior ETF Smart Beta Momentum li abbiamo racchiusi nella seguente tabella che puoi ordinare a piacimento per confrontare i vari fondi presi in considerazione:

Nome ETFISINAUM*TER annuoAnno quotazioneValutaDividendiReplica
iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc)IE00BP3QZ825~ $ 3.000.000.0000,30%2014USDAccumulazioneFisica
Xtrackers MSCI World Momentum Factor UCITS ETF 1CIE00BL25JP72~ $ 800.000.0000,25%2014USDAccumulazioneFisica
iShares Edge MSCI USA Momentum Factor UCITS ETFIE00BD1F4N50~ $ 650.000.0000,20%2016USDAccumulazioneFisica
iShares Edge MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETFIE00BQN1K786~ € 540.000.0000,25%2015EURAccumulazioneFisica
Amundi MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF - EUR (C)LU1681041460~ € 450.000.0000,23%2018EURAccumulazioneSintetica

Da questa si nota facilmente come iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc) sia l’ETF Momentum più grande in termini di capitale in gestione, iShares Edge MSCI USA Momentum Factor UCITS ETF quello più economico e Xtrackers MSCI World Momentum Factor UCITS ETF 1C e iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc) quelli più longevi.

Come valuta soltanto iShares Edge MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF e Amundi MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF – EUR (C) sono quotati in euro, mentre tutti gli altri in dollari.

Per quanto riguarda il tipo di replica sono tutti ETF a replica fisica tranne Amundi MSCI Europe Momentum Factor UCITS ETF – EUR (C) che è a replica sintetica. Tutti gli ETF elencati sono, infine, ad accumulazione.

ETF Momentum opinioni

Secondo la nostra opinione gli ETF Momentum rappresentano una valida soluzione per chi desidera investire su degli indici azionari con un grado di rischio in più per cercare di sovraperformare il mercato, soprattutto durante fasi di mercato particolarmente rialzista, grazie a una sorta di “gestione attivasenza però andare incontro ai costi e alla poca trasparenza dei fondi attivi.

Gli ETF Momentum sono da preferire durante fasi di mercato toro

Naturalmente si tratta come sempre di investimenti che comportano il rischio di perdere il capitale e che necessitano di essere compresi appieno prima di essere effettuati, inoltre secondo il nostro avviso si tratta di ETF più indicati per un tipo di operatività di medio termine piuttosto che di lungo termine, per cui inadatti per costruire un PAC e vista la loro natura sconsigliati anche in cicli di mercato ribassista.

Dove acquistare ETF Momentum

La maggior parte degli ETF Momentum che abbiamo presentato e analizzato in questo articolo si possono trovare su Borsa Italiana su DEGIRO (Investire comporta rischi di perdite), uno dei nostri broker preferiti per l’ampia scelta di ETFs, le commissioni basse o addirittura azzerate e le piattaforme web e mobile semplici da usare e user friendly.



✔️ Zero costi di tenuta conto
✔️ Ampia scelta di ETF europei
✔️ 200 ETF senza commissioni*
✔️ Commissioni basse

👉🏻 Recensione su DEGIRO

👉🏻 ETF gratis su DEGIRO



Investire comporta rischi di perdite
*Si applicano condizioni

In alternativa, o per chi vuole investire nell’ETF Momentum di iShares sull’MSCI USA (che non è presente su DEGIRO), vi consigliamo di dare un’occhiata al sito di eToro (Il 68% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro con i CFD) che rappresenta la nostra seconda scelta per quanto riguarda i broker per investire in azioni ed ETF ed è adatto soprattutto ai principianti che muovono i primi passi in questo mondo.



✔️ Zero costi di tenuta conto
✔️ Trovi ETF internazionali
✔️ Nessuna commissione sugli ETF
✔️ Leva e short con i CFD*

👉🏻 Recensione su eToro

👉🏻 Tutto sugli ETF di eToro


Investire comporta rischi di perdite
*eToro è una piattaforma multi-asset che include anche investimenti in azioni e criptovalute, oltre al trading di CFD.
Si prega di notare che i CFD sono strumenti complessi e che sfruttarli comporta il rischio di perdere denaro rapidamente. Il 68% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Devi valutare se comprendi come funzionano i CFD e se vuoi correre l’elevato rischio di perdere denaro.
La performance passata non è un’indicazione per prevedere performance future. La cronologia di trading mostrata è inferiore a 5 anni completi e potrebbe non essere sufficiente come base per una decisione di investimento.
Copy Trading è un servizio di gestione del portafoglio fornito da eToro (Europe) Ltd., autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.
Le criptovalute sono strumenti volatili che possono fluttuare notevolmente in un tempo molto breve e quindi non sono adatti a tutti gli investitori. A differenza dei CFD, il trading di criptovalute non è regolamentato e quindi non è monitorato da alcun quadro normativo dell’UE.

Consulenza finanzaria

Se preferisci affidarti a degli esperti di settore per creare strategie di investimento e portafogli diversificati in ETF su misura della tua situazione finanziaria, ti consigliamo invece di visitare il sito di Moneyfarm, una delle migliori società di consulenza finanziaria e Robo Advisory in Europa che offre un’ampia gamma di servizi dedicati agli investimenti e all’asset management.



✔️ Società di consulenza finanziaria
✔️ Investimenti personalizzati (ETF)
✔️ Costi di gestione bassi
✔️ Team di professionisti dedicato
✔️ Regolata Banca d'Italia e vigilata Consob

👉🏻 Recensione su Moneyfarm

Argomenti correlati