Migliori ETF semiconduttori 2024

etf semiconduttori
I migliori ETF sui semiconduttori

Stai cercando dei fondi sui semiconduttori? Qui troverai l’elenco, la quotazione, l’analisi e il confronto dei migliori ETF sui semiconduttori da acquistare sulla borsa italiana ed americana. Ma prima conosciamo un po’ più da vicino questi materiali.

I semiconduttori si può dire che appartengono alla “famiglia” dei semimetalli e per loro natura non sono né isolanti, né conduttori. Essi vengono impiegati soprattutto nella componentistica elettronica e microelettronica, ad esempio per la realizzazione di resistenze, transistor, diodi e led.

I principali semiconduttori che possiamo citare sono il silicio, il germanio e il gallio; se anche tu vuoi investire su questi materiali, quindi, continua la lettura di questo articolo e scoprirai i migliori ETF su semiconduttori.


BROKER CONSIGLIATO

Se cerchi un broker finanziario affidabile per gestire i tuoi investimenti, che siano ETF o altri strumenti, ti presentiamo Freedom24, la piattaforma offerta da Freedom Finance Europe Ltd. Questa azienda è regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission con licenza “CIF 275/15” e uffici in diverse regioni europee, inclusi Cipro, Germania, Grecia e Spagna.

Freedom24 fa parte di Freedom Holding Corp., un’azienda quotata sul Nasdaq negli Stati Uniti e soggetta alla regolamentazione della Securities and Exchange Commission (SEC). Con un rating B/B da S&P Global e una capitalizzazione di oltre 4 miliardi di dollari, la sua stabilità è un punto di forza su cui contare.

Ma cosa rende Freedom24 così distintivo? La piattaforma offre agli investitori una vasta gamma di prodotti finanziari, tra cui ETF, azioni, obbligazioni, opzioni su azioni statunitensi, futures e milioni di strumenti negoziabili su 15 borse mondiali sparse in Europa, Stati Uniti e Asia. Le tariffe competitive, a partire da soli 0,02€ per quota, rendono l’esperienza di investimento estremamente vantaggiosa.

Inoltre, Freedom24 offre la possibilità di ottenere interessi molto alti sulla liquidità in dollari o euro non investita tramite piani di risparmio flessibili da 3 a 12 mesi. Questa opzione è particolarmente attraente per coloro che desiderano preservare il potere d’acquisto del proprio denaro nel tempo. Il broker fornisce anche analisi dettagliate sui titoli effettuate da esperti del settore, oltre a un servizio clienti in italiano e un account manager personale dedicato.

La piattaforma è accessibile sia tramite web che tramite app mobile, fornendo strumenti avanzati per l’analisi e l’operatività sui mercati finanziari. La procedura di registrazione richiede pochi minuti e il conto può essere ricaricato istantaneamente tramite carta o bonifico, senza alcun deposito minimo richiesto.

In quanto broker regolamentato, Freedom24 si impegna a seguire la normativa UE MiFID II per garantire la protezione degli investitori e assicura i fondi dei clienti fino a 20.000 €. La sua affidabilità è confermata da audit di due diligence regolari condotti da KPMG, S&P, BDO ed Euroclear. Inoltre, Freedom24 è membro di AFME (European Association for Financial Markets).

La missione aziendale di Freedom24 si basa su quattro principi fondamentali: rendere gli investimenti in borsa accessibili e comprensibili per tutti, offrire soluzioni d’investimento personalizzate, integrare tecnologie digitali e conoscenze di mercato per il beneficio dei clienti, e promuovere fiducia reciproca, professionalità, responsabilità e rispetto.

Unisciti a migliaia di investitori che hanno scelto Freedom24 come loro partner di fiducia. Per ulteriori informazioni, visita il sito ufficiale tramite il pulsante qui sotto e apri un conto gratuito in pochi minuti. Assicurati di avere a disposizione i documenti necessari per la verifica dell’identità e un conto bancario o una carta di pagamento per effettuare il primo deposito.

Investire in securities ed altri strumenti finanziari comporta sempre il rischio di perdere il tuo capitale

>> Leggi anche la nostra recensione completa su Freedom24


Indici sui semiconduttori

Come di consueto, prima di presentare gli ETF andiamo ad analizzare gli indici che essi intendono replicare, così da avere ben chiaro lo strumento su cui si sta per investire.

  • MVIS US Listed Semiconductor 10% Capped Index (è un indice all’interno del quale vengono racchiuse le più grandi e liquide aziende Statunitensi che percepiscono i loro ricavi per almeno il 50% dal settore dei semiconduttori, ad esempio dalla produzione di semiconduttori o macchinari per la lavorazione degli stessi).
  • PHLX SOX Semiconductor Sector Index (indice composto da società che operano nel settore dei semiconduttori, dalla progettazione alla vendita, passando per la produzione e la distribuzione).

ETF semiconduttori borsa italiana

Di ETF sui semiconduttori acquistabili sulla borsa italiana, ad oggi, ne esiste soltanto uno con strategia long, ed è il VanEck Vectors Semiconductor UCITS ETF, che intende replicare l’andamento dell’indice MVIS US Listed Semiconductor 10% Capped Index. Guardiamo il grafico, il prezzo e analizziamo l’ETF in dettaglio.


Ann. / capitale a rischio


VanEck Vectors Semiconductor UCITS ETF

ISIN: IE00BMC38736 / Ticker: SMH

Si tratta di un ETF su semiconduttori presente sulla borsa di Milano lanciato da pochissimo, infatti è disponibile per lo scambio dal 1 dicembre 2020. Nonostante sia nato da poco, però, al suo interno sono già stati investiti più di 250 milioni di USD.

Domiciliato in Irlanda, ha come valuta di base il dollaro americano e non ha la copertura valutaria per proteggere dal rischio cambio gli investitori in euro, come del resto la maggior parte degli ETF di questo tipo.

Il fondo ha una strategia long e replica il sottostante acquistando tutte le azioni societarie presenti al suo interno (replica fisica totale). La politica dei dividendi, invece, è ad accumulazione per cui i dividendi vengono reinvestiti all’interno dell’ETF.

Di seguito le prime tre aziende presenti attualmente nel paniere:

  • Taiwan Semiconductor Manufacturing Co L (peso: 10,90%)
  • Asml Holding NV (peso: 10,83%)
  • Intel Corp (peso: 10,39%)

I Paesi in cui si è esposti acquistando l’ETF sono gli Stati Uniti (74,70%), i Paesi Bassi (12,99%), Taiwan (10,90%) e in minor percentuale la Svizzera. Una piccola percentuale del fondo è allocata, inoltre, in liquidità.

Il suo costo di gestione annuo è dello 0,35%. Maggiori informazioni e documenti sul sito di Vaneck.

Investire in securities ed altri strumenti finanziari comporta sempre il rischio di perdere il tuo capitale

ETF semiconduttori borsa americana

Anche sulla borsa americana sono disponibili degli ETF su semiconduttori, in particolare abbiamo individuato iShares PHLX Semiconductor ETF, fondo che monitora l’andamento dell’indice PHLX SOX Semiconductor Sector Index. Diamo un’occhiata all’andamento, alla quotazione e alle principali informazioni sull’ETF.


Ann. / capitale a rischio


iShares PHLX Semiconductor ETF

Ticker: SOXX

Parliamo di un ETF su semiconduttori quotato al Nasdaq ed acquistabile anche da cittadini italiani. In questo caso si tratta di un ETF molto datato, con uno storico di circa 20 anni, in quanto è stato lanciato il 7 ottobre 2001. Attualmente gestisce oltre 6 miliardi di USD.

La sua valuta di base è, ovviamente, il dollaro ed ha un costo annuo dello 0,46%. Scopriamo le prime tre aziende presenti attualmente al suo interno:

  • Broadcom Inc. (peso: 8,31%)
  • Qualcomm Inc. (peso: 7,89%)
  • Intel Corporation Corp (peso: 7,85%)

L’esposizione a livello geografico è al 100% su Stati Uniti. Maggiori informazioni e documenti sul sito di iShares.

Investire in securities ed altri strumenti finanziari comporta sempre il rischio di perdere il tuo capitale

I migliori ETF sui semiconduttori a confronto

migliori etf semiconduttori
I migliori ETF su semiconduttori a confronto

Risulta difficile mettere a confronto un ETF così nuovo con uno molto datato, comunque abbiamo recuperato i dati delle performance medie annuali dei due e le abbiamo confrontate. Dati alla mano, il miglior ETF sui semiconduttori è risultato essere iShares PHLX Semiconductor ETF, con una performance media annuale del 10,33%. Ecco il paragone tra i due:

Nome ETFPerformance media annuale dal lancio
iShares PHLX Semiconductor ETF10,33%
VanEck Vectors Semiconductor UCITS ETF7,86%

ETF semiconduttori a leva

Se investire in ETF settoriali o tematici è già di per sè, possiamo dire, speculativo, acquistare ETF sui semiconduttori a leva lo è ancora di più. Per completezza di informazione e per soddisfare le esigenze dei più avversi al rischio, comunque, abbiamo deciso di dedicare un breve spazio a due ETF a leva, ovvero:

  • Direxion Daily Semiconductor Bull 3X Shares (SOXL)
  • Direxion Daily Semiconductor Bear 3X Shares (SOXS)

Semplificando si tratta dello stesso ETF, uno in versione “Bull” (andamento al rialzo, detto anche long) e uno in versione “Bear” (andamento al ribasso, detto anche short). Chi investe su Direxion Daily Semiconductor Bull 3X Shares “scommette” sull’andamento positivo di questo settore, chi invece acquista Direxion Daily Semiconductor Bear 3X Shares, “punta” sull’andamento negativo del mercato dei semiconduttori.

In entrambi i casi, comunque, si tratta di due ETF a leva 3 che permettono di ottenere rendimenti (così come perdite) moltiplicati X3 sulla base dell’andamento del sottostante.

Maggiori informazioni e documenti sul sito di Direxion.

Investire in securities ed altri strumenti finanziari comporta sempre il rischio di perdere il tuo capitale

Argomenti correlati

In questa pagina potrebbero essere presenti link sponsorizzati che consentono al nostro sito di guadagnare commissioni pubblicitarie da società terze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui